Tavolo di coordinamento sullo sviluppo delle politiche attive del lavoro

Il “Tavolo” è nato dall’osservazione della forte crisi economica ed occupazionale del mercato, che si è tradotta nella spinta di tutti i soggetti coinvolti verso un impegno straordinario, anche a livello territoriale, volto a sviluppare politiche attive del lavoro.

 

È convinzione dei contraenti che l’efficacia di tali misure sia legata alla possibilità delle Istituzioni territoriali e delle Parti sociali di avviare percorsi diretti a favorire lo sviluppo e il consolidamento dell’economia locale volti ad  accompagnare all’individuazione di processi di riqualificazione professionale delle lavoratrici e dei lavoratori, coerenti con le esigenze di innovazione e riorganizzazione aziendale.

Ecco i principali interventi che si intendono portare avanti:

1. monitorare costantemente, attraverso gli strumenti e le modalità già in uso da ciascuno dei firmatari, la situazione occupazionale e le relative dinamiche del mercato del lavoro insite nel territorio

2. realizzare in tempi brevi una mappatura delle attività economiche e delle aree attrezzate ad ospitarle, con particolare riferimento all’impatto occupazionale, sia in termini qualitativi che quantitativi.

Si potranno, così, individuare i punti di forza e di debolezza del sistema produttivo locale,  tenendo conto delle ricadute occupazionali e ambientali con il territorio circostante, nonché le caratteristiche produttive ed occupazionali relative alle nuove attività economiche e/o a quelle  in fase di crescita

3. orientare l’offerta formativa in accordo con i bisogni espressi dal territorio e mirarla all’innovazione e alla riqualificazione dei soggetti interessati, in modo da favorire l’incontro domanda / offerta di lavoro e renderla coerente con le mutate condizioni economiche.

4. favorire la sinergia tra i soggetti componenti del Tavolo per dare impulso all’azione delle Amministrazioni Comunali - promotrici delle Linee Comuni di Intervento - e degli altri organi istituzionali, quali la Provincia e Regione.